Pensioni

Pensione anticipata "quota 102"

A chi è rivolto

Il comma 87 modifica l’art. 14 del D.L. n. 4/2019, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 26/2019. Tale comma prevede il pensionamento anticipato “quota 102”, innalzando – per l’anno 2022 - di due anni l’età prevista per il precedente trattamento “quota 100” (istituito in via sperimentale nel triennio 2019-2021). 

Chi ne ha diritto

Per la pensione anticipata “quota 102” sono quindi richiesti 64 anni di età e 38 anni di contribuzione, da perfezionare entro il 31.12.2022. Le lavoratrici e i lavoratori che hanno maturato 62 anni di età e 38 anni di contributi entro il 31.12.2021 potranno accedere alla pensione “quota 100” anche successivamente alla predetta data, ovvero dopo l’apertura della c.d. finestra. Allo stesso modo, chi matura i requisiti di età e contribuzione richiesti per “quota 102” entro il 31.12.2022 potrà conseguire il trattamento pensionistico negli anni seguenti, dopo l’apertura della c.d. finestra. Per questo trattamento si applicano le altre norme già previste per “quota 100”, riguardo i destinatari, il regime delle decorrenze, l’incumulabilità con i redditi da lavoro, ecc. Possono pertanto accedere al trattamento gli iscritti all’assicurazione generale obbligatoria, alle forme esclusive e sostitutive gestite dall’INPS e alla gestione separata (art. 2, comma 26, della legge 335/1995). Ricordiamo che per espressa previsione normativa queste disposizioni non si applicano al personale militare delle Forze armate, al personale delle Forze di polizia e di polizia penitenziaria, nonché al personale operativo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e al personale della Guardia di Finanza. Rammentiamo che ai fini del raggiungimento dei 38 anni è valutabile la contribuzione a qualsiasi titolo posseduta dal lavoratore, fermo restando il contestuale perfezionamento dei 35 anni con esclusione della contribuzione figurativa per malattia e disoccupazione (nelle gestioni dove si applica tale principio per il diritto alla pensione anticipata/anzianità)

Documenti necessari

Carta d'identità e tessera sanitaria del richiedente e del coniuge (se coniugato)

Eventuale documentazione inerente a Riscatto/Ricongiunzione

Dichiarazione dei redditi

Codice Iban

Credits: Batmad.it